UNICO2015 / 730

 

A tutti i Sigg. Clienti

 

 

 

 

OGGETTO: UNICO 2015, 730/2015, REDDITI ANNO 2014.

 

Formuliamo la presente per comunicarVi le principali scadenze relative alle dichiarazioni dei redditi per l’anno 2014:

 

  • Presentazione modello 730 al CAF                                                            31 maggio 2015
  • Versamento saldo anno 2014 e 1° acconto anno 2015 (rateizzabile)             16 giugno 2015
  • Versamento con maggiorazione 0,40% (rateizzabile)                                     16 luglio 2015

Allo scopo di poter esaminare tempestivamente la Vostra posizione, tenendo presente dell’anticipo delle scadenze rispetto all’anno scorso, Vi invitiamo a volerci fornire

ENTRO IL 30 APRILE 2015

la seguente documentazione:

  • variazioni anagrafiche (residenza, stato di famiglia, ecc.) eventualmente documento di riconoscimento
  • elenco familiari a carico
  • variazioni patrimoniali terreni e fabbricati ( acquisto, vendita, successione) e visura catastale
  • canoni di locazione attivi riscossi nell’anno 2014 (portare anche i contratti)
  • ricevute per interessi passivi su mutui ipotecari ed agrari pagati nell’anno 2014
  • certificazione dei premi di assicurazione vita / infortuni pagati nell’anno 2014
  • indicazione destinazione 5 e 8 x1000
  • documentazione delle spese per cure mediche e specialistiche, analisi ticket, pagati nel 2014
  • spese veterinarie
  • documentazione delle spese funerarie
  • ricevute pagamenti effettuati (mod. F24) IRPEF ed IMU nel corso dell’anno 2014
  • documentazione degli assegni corrisposti al coniuge separato
  • contributi previdenziali (INPS) pagati nel 2014 e forme di previdenza complementare (fondi pensione)
  • contributi previdenziali INPS pagati per collaboratori domestici
  • certificato del sostituto d’imposta CU nuova certificazione unica (i modelli relativi alle pensioni INPS saranno reperiti telematicamente dallo Studio)
  • certificato delle ritenute subite per provvigioni, prestazioni di lavoro ecc.
  • documentazione o certificazione per la detrazione del 36-50% per le ristrutturazioni edilizie
  • certificazione detrazione 55%-65% per risparmio energetico
  • spese di frequenza di corsi di istruzione secondaria universitaria
  • canone di locazione per studenti universitari
  • spese per intermediazione immobiliare
  • spese per adozioni
  • rette frequenza asili nido, palestre dei figli da 5 a 18 anni
  • erogazioni liberali a favore di ONLUS e simili
  • contributi a consorzi obbligatori (es. consorzio di bonifica Tevere Nera)
  • ogni altro documento di spesa non specificato sopra da valutare singolarmente

 

 

Allo scopo di poter garantire un miglior servizio, senza perdite di tempo, Vi preghiamo di fissare un appuntamento e di presentarsi muniti di tutti i documenti richiesti.

In alternativa, lo Studio riceverà senza appuntamento esclusivamente nei seguenti giorni:

 

LUNEDI’ e MERCOLEDI’
dalle ore 9.00 alle ore 12.00

 

Studio Mazzocchi

 

 

 

OGGETTO: Novità Dichiarazione Modello 730/2015

 

   Avvicinandosi il consueto appuntamento con la compilazione della dichiarazione dei redditi 730, Le ricordiamo di prenotare un appuntamento presso lo scrivente Studio. Di seguito, Le elenchiamo le principali novità introdotte nel Modello 730/2015:

  

  • è stato introdotto il nuovo rigo C14, relativo al credito d’imposta c.d. “Bonus IRPEF”;
  • è prevista un'unica scheda per le scelte di destinazione dell’8, 5  e 2 per mille dell’IRPEF;
  • dal 1° ottobre 2014, è cambiata la modalità di presentazione degli F24 compensati;
  •  è stata ridotta l’aliquota agevolata della cedolare secca dal 15% al 10% per i contratti di locazione a canone concordato stipulati nei Comuni ad alta densità abitativa o per i quali è stato deliberato lo stato di emergenza a seguito di eventi calamitosi;
  • è stata introdotta l’opzione per la cedolare secca anche nel caso di unità immobiliari abitative locate a cooperative edilizie per la locazione oppure ad enti senza scopo di lucro, sublocate a studenti universitari e date a disposizione dei Comuni;
  • è stata introdotta una deduzione dal reddito complessivo pari al 20% delle spese sostenute per l’acquisto o la costruzione di immobili abitativi da destinare alla locazione;
  • è stata introdotta una detrazione di 900 euro se il reddito complessivo è inferiore a 15.493,71 oppure di 450 euro se compreso tra 15.493,71 e 30.987,41 euro per gli inquilini di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale;
  • per i giovani coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola, è stata introdotta una detrazione fino a 1.200 euro annui sui canoni di affitto dei terreni;
  • è stato introdotto un credito d’imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura;
  • sono stati distinti i limiti di detraibilità per assicurazioni aventi ad oggetto il rischio morte o invalidità permanente (530 euro) e per quelle aventi ad oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana (1.291,14 euro);
  • sono state elevate al 26% le detrazioni per le erogazioni liberali alle Onlus e ai partiti politici;
  • sono variate le detrazioni spettanti per redditi di lavoro dipendente e assimilati;
  • è obbligatorio indicare il codice fiscale anche per i figli a carico residenti all’estero;
  • è stata eliminata la deducibilità dei contributi per il SSN versati con il premio dell’RC auto;
  • è stata eliminata dal quadro B la casella relativa all’importo dell’IMU dovuta;
  • è stata uniformata all’1 gennaio la data di riferimento del domicilio fiscale;
  • sono state introdotte agevolazioni ai fini dell’addizionale regionale anche per Basilicata e Lazio.

 

Ricordiamo, altresì, che per l’anno d’imposta 2014 sono state prorogate le seguenti agevolazioni:

  • detrazione del 50% delle spese relative ad interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici;
  • detrazione del 65% delle spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici;
  • detrazione del 65% delle spese per gli interventi relativi all’adozione di misure antisismiche;

 

Lo Studio è comunque a Sua disposizione per qualsiasi chiarimento.

Ci è gradita l'occasione per porgere i nostri migliori saluti.